Documentazione digitale per il cultural heritage. Point cloud come sistema informativo..pdf

Documentazione digitale per il cultural heritage. Point cloud come sistema informativo. PDF

R. Nespeca

Il lavoro presentato nel volume è frutto della ricerca sviluppata nel percorso di dottorato in Disegno, rilievo e rappresentazione, che si poneva come obiettivo quello di definire delle best practices capaci di sfruttare la nuvola di punti 3D del bene digitalizzato come un sistema informativo per la sua conservazione e promozione.

Il sistema cloud definisce un’interfaccia unica e omogenea anche in termini grafici e di utilizzo. In modo parallelo vanno affrontati i problemi di interoperabilità tra i sistemi esistenti, la formazione informatica e la governance del sistema dove l’autonomia delle amministrazioni rischia di attivare processi divergenti.

3.34 MB Dimensione del file
8825509804 ISBN
Documentazione digitale per il cultural heritage. Point cloud come sistema informativo..pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.riao2010.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Nel Febbraio scorso, il progetto “INCEPTION - Inclusive Cultural Heritage in Europe through 3D semantic model”, candidato per il Work Programme Europe in a changing world – inclusive, innovative and reflective Societies (Call - Reflective Societies: Cultural Heritage and European Identities, Reflective-7-2014, Advanced 3D modelling for accessing and understanding European cultural assets

avatar
Mattio Mazio

La realizzazione della “Rassegna dei prodotti realizzati sui temi del Digital Cultural Heritage dalle scuole italiane” #RassegnaDCH2020 a Matera, quale “comunità di pratica” “tra pari” con i giovani in apprendimento e i loro docenti da realizzarsi in concomitanza della Settimane della Cultura Digitale “Antonio Ruberti” dal 30 marzo al 4 aprile 2020. L'Osservatorio tecnologico ha l'obiettivo di offrire un supporto ai soggetti culturali pubblici (musei, biblioteche, archivi, patrimonio culturale diffuso, uffici di gestione e tutela, centri per la ricerca e la formazione, progetti culturali, eventi espositivi temporanei, istituzioni dello spettacolo) per lo sviluppo dei siti web, per la creazione e il reperimento di contenuti digitali nel

avatar
Noels Schulzzi

la soluzione per l’archiviazione digitale dei documenti aziendali, SEMPLICE e IMMEDIATA Permette di sostituire i documenti aziendali che solitamente si stampano su carta e si archiviano in vario modo (quali ad esempio contratti, lettere, documenti, progetti, preventivi, offerte, ecc.) con una loro versione digitale ed archiviarli in un Data Center sicuro da dove facilmente recuperarli e

avatar
Jason Statham

Ai sensi del D.M. 509/99 e del D.M. 270/2004, e nell'ambito del Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività 2007-2013 - PON01_01063 - "SIstema NAzionale Protezione Siti Sensibili", è istituito il Master universitario di II livello in Digital Cultural Heritage - Nuove tecnologie per la valorizzazione e il management del Patrimonio Culturale - a.a. 2012/2013.

avatar
Jessica Kolhmann

Heritage sviluppa modelli di esplorazione dei contenuti culturali, che a partire da database conformi agli standard internazionali di documentazione e archiviazione (ISBD(G)(A)(M) (S)(NBM) etc.; ISAD(G), ISAAR (CPF), EAD, EAC, Dublin Core, METS, e protocollo di scambio OAI) offrono una fruizione intuitiva, partecipata e modulare.