Sto con te. Accompagnare sé stessi e gli altri verso la fine della vita.pdf

Sto con te. Accompagnare sé stessi e gli altri verso la fine della vita PDF

Michele Galgani

Questo libro ha a cuore le persone che vedono la propria vita seriamente o definitivamente compromessa da una grave malattia o dal semplice incedere degli anni. Attraverso storie vere, riflessioni personali e professionali, lautore sottolinea la necessità di fare accompagnamento a chi sta per morire come segno di civiltà e come una delle massime espressioni dellamore e della solidarietà fra esseri umani. Quello che accade nei mesi e nei giorni che precedono il grande passaggio ha infatti una rilevanza speciale nella vita di una persona: come il finale in un film, laiuta a comprenderne il senso e a concludere degnamente quellintreccio a cui ha dedicato lintera esistenza. Stare con chi intravede la propria morte è diverso dal semplice occuparsi di: significa non limitarsi a offrire assistenza medica o infermieristica, ma anche garantire alla persona che muore la possibilità di non essere sola nel suo difficile cammino. Significa aiutarla a sentirsi viva, accolta per quello che è, così come è, con i suoi bisogni e i suoi modi di esistere. Significa considerarla persona fra le persone fino allultimo respiro. (Prefazione di don Ciccio Savino)

Sto con te di Michele Galgani sul Blog; Contatti; L'Età dell'Acquario » Libri » Sto con te Sto con te. Accompagnare sé stessi e gli altri verso la fine della vita. Michele Quello che accade nei mesi e nei giorni che precedono il grande passaggio ha infatti una rilevanza speciale nella vita di Accompagnare sé stessi e gli altri verso la fine della vita". Il Michele Galgani lavora dal gennaio 2008 presso l'Hospice "A. Marena" di Bitonto (BA) come consulente psicologo e riceve presso il proprio studio privato a Trani , dove conduce sedute individuali, terapie di coppia , famigliari, e gruppi di terapia/supervisione/sostegno psicologico/ crescita personale .

4.69 MB Dimensione del file
8871363426 ISBN
Gratis PREZZO
Sto con te. Accompagnare sé stessi e gli altri verso la fine della vita.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.riao2010.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

14 nov 2016 ... Eliminata la divinità negativa, tutto, il bene e il male, la vita e la morte, ... Pertanto non era Dio l'autore del male, e delle malattie, ma l'uomo, con il suo peccato, era ... io allontanerò la malattia di mezzo a te” (Es 23:25); “Ascoltami, o figlio, non ... Andò avanti per più di un anno; verso la fine del secondo anno, ... C'è chi prova con lo yoga, chi concedendosi un hobby dai ritmi più slow delle attività a ... Il primo passo verso la vera illuminazione è quello di alleggerire te stesso. ... Lo stress è il cestino della vita moderna – tutti noi generiamo scorie, ma se non le ... Rilassarsi, e non celare né a noi stessi né agli altri questo rilassamento, ...

avatar
Mattio Mazio

percorso di addestramento teorico pratico alla relazione di aiuto: Carl Rogers nel 1951 ha definito la relazione d’aiuto come “una relazione in cui almeno uno dei due protagonisti ha lo scopo di promuovere nell’altro la crescita, lo sviluppo, la maturità ed il raggiungimento di un modo di agire più adeguato e integrato. L’altro può essere un individuo o un gruppo. In altre parole

avatar
Noels Schulzzi

26/04/2012 · Se oggi sto così, è colpa della mia famiglia: molti lo pensano, ma in questo modo la propria storia gira a vuoto e si rimane per tutta la vita “figli” “È colpa dei miei genitori”: è una delle frasi pronunciate più spesso dai pazienti che vanno in psicoterapia, soprattutto nelle prime sedute. Alla fine dei discorsi è stata data la parola al pubblico per un confronto costruttivo tra domande e risposte. L’incontro ha visto la partecipazione di 150 persone tra uomini e donne di ogni ceto sociale. Una danza inaugurale, una scenetta sul tema e il rico-noscimento ufficiale ad una scuola gestita da donne, sono stati gli altri momenti signi-

avatar
Jason Statham

Autore di due volumi: Ridendo si impara e Sto con Te. Accompagnare sé stessi verso la fine della vita per le edizioni L’Età dell’Acquario di Torino. Ha approfondito la tematica del clown teatrale e sociale con diversi maestri: Jango Edwards, Avner The Eccentric, Miloud Oukili, Virginia Imaz, Alessio Targioni, Paolo Nani. Ha il 47 di scarpe. Per accompagnare la vita di qualcuno è necessario imparare ad accompagnare sé stessi, a farsi accompagnare, a chiedersi, di tanto in tanto, se e come ci piacerebbe essere accompagnati. Solo allora sarà possibile adoperarsi in modo efficace quanto delicato, rispettoso, verso il morente, verso colui o colei la cui dignità deve essere al primo posto di ogni nostro gesto.

avatar
Jessica Kolhmann

10 feb 2011 ... In effetti, ciò che si è visto è che anche la fine di una storia d'amore porta a vivere ... Altre volte la indirizziamo verso noi stessi, divenendo in un solo colpo vittima e carnefice, ... Se da un lato ci riappropriamo di una parte della nostra vita, ... Possiamo decidere: vivere male con la perdita, o vivere meglio che ... Così, se riesco a guardare me stesso, gli altri e il mondo con gli ... L'amore vero si fonda sull'ascolto della voce di Dio nella propria vita: Lui ha un ... Chiesa ha sempre cercato di accompagnare i ragazzi e i giovani ad intuire la giusta vocazione ... Se lo si ritiene opportuno, alla fine del momento di preghiera, far vedere il ...