La bonifica nella trasformazione del territorio e della società.pdf

La bonifica nella trasformazione del territorio e della società PDF

Anbi (a cura di)

Sfortunatamente, oggi, domenica, 26 agosto 2020, la descrizione del libro La bonifica nella trasformazione del territorio e della società non è disponibile su sito web. Ci scusiamo.

La geografia del territorio ferrarese – stretto fra l’ultimo tratto del corso del Po, gli alvei pensili dei fiumi appenninici e il mare – ha determinato, nel corso dei secoli, l’esigenza di imponenti lavori di bonifica, fra i più considerevoli di tutta la pianura padana. Lo sforzo millenario di redenzione dei suoli umidi all’agricoltura conobbe diversi momenti significativi, già a Per quanto riguarda la bonifica integrale, la legge fondamentale fu la Legge Serpieri, n. 3256 del 30 dicembre 1923.Furono fondati i consorzi di bonifica gestiti e finanziati dallo Stato, attivi sia nella bonifica di aree paludose e malariche che per la gestione del patrimonio silvo-pastorale.. Nel 1924 cominciarono i primi lavori di bonifica nell'Agro Pontino, con l'istituzione del Consorzio

5.49 MB Dimensione del file
882063614X ISBN
La bonifica nella trasformazione del territorio e della società.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.riao2010.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Sempre nell’Area Nord dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare in data 8.11.06, è stata richiesta dalla Regione la dichiarazione dello stato di emergenza al fine di risolvere, Durante la Conferenza dei servizi dell’8.11.06 la Società I.V.L. S.p.A. Uno dei cambiamenti biopolitici fondamentali nelle tecniche farmacopornografiche che caratterizzano la crisi del covid-19 è che il domicilio personale, l’abitazione, la casa privata, e non le istituzioni tradizionali di confinamento e di normalizzazione della società (ospedale, fabbrica, prigione, scuola), appaiono come il nuovo centro di produzione, consumo e controllo politico.

avatar
Mattio Mazio

XV, organizzavano il territorio, anche con l'obiettivo di costituire ed imporre, se del ... Consorzi di bonifica e consorzi di trasformazione fondiaria convissero per ... e bonifica nella più recente storiografia sull'Italia contemporanea, in "Società e  ...

avatar
Noels Schulzzi

Nei 150 anni di storia dell’Italia unita, l’attività di bonifica è stato uno dei principali agenti di trasformazione del territorio. Il caso della Romagna è assolutamente emblematico e viene qui proposto all’interno di uno sguardo incrociato fra dimensione nazionale e vicenda locale formativi nella prospettiva della società della conoscenza, tema che verrà analizzato in modo più diffuso e approfondito successivamente3. Qui è sufficiente sottolineare come attualmente sia il territorio l’istanza più attenta e pronta ad affrontare il cambiamento, mentre la scuola si trova in

avatar
Jason Statham

Polo petrolchimico siracusano è l'espressione con cui viene definita la vasta area costiera industrializzata della Sicilia orientale compresa nel territorio del libero consorzio comunale di Siracusa, nei comuni di Augusta, Priolo Gargallo e Melilli giungendo fino alle porte di Siracusa.Le attività preponderanti dell'insediamento sono la raffinazione del petrolio, la trasformazione dei suoi

avatar
Jessica Kolhmann

Il dato normativo generale in materia di contributi dovuti ai consorzi di bonifica, è dettata dall’art. 860 c.c.,che così enuncia: “I proprietari dei beni situati entro il perimetro del Erano già operanti sul territorio le società di bonifica incaricate dai latifondisti del luogo e dall’allora sottosegretario del Ministero dell’Agricoltura Arrigo Serpieri. Porta il suo nome la legge n.753 del 1924.