Le raccolte di Minerva. Le collezioni artistiche e librarie del conte Carlo Firmian.pdf

Le raccolte di Minerva. Le collezioni artistiche e librarie del conte Carlo Firmian PDF

S. Ferrari (a cura di)

Il conte Carlo Firmian (Trento 1718-Milano 1782), governatore della Lombardia austriaca dal 1758 al 1782, non fu soltanto la longa manus della politica riformista di Vienna, ma anche uno dei più importanti collezionisti della sua epoca. Nelle sale di palazzo Melzi, la sua residenza milanese per oltre un ventennio, erano raccolti, secondo oculate scelte artistiche e culturali, quadri, sculture, stampe, disegni, arazzi, medaglie, libri e manoscritti. Tale collezione, leggendaria ai suoi tempi, era conosciuta solo superficialmente fino al convegno internazionale organizzato nel maggio 2013 congiuntamente dalla Società di Studi Trentini di Scienze Storiche e dallAccademia degli Agiati. Gli atti raccolgono i contributi di tredici specialisti italiani e stranieri che approfondiscono per la prima volta in forma organica i diversi aspetti delle collezioni firmiane, consentendo di gettare nuova luce sulla personalità del funzionario trentino e sul suo ruolo nella storia artistica e culturale italiana ed europea del Settecento.

giovedì 19 novembre Le raccolte di Minerva ore 17.30 presentazione del volume Le raccolte di Minerva. Le collezioni artistiche e librarie del conte Carlo Firmian,Atti del convegno organizzato dalla Società di Studi Trentini di Scienze Storiche e dall'Accademia Roveretana degli Agiati, Trento-Rovereto 3-4 maggio 2013, a cura di Stefano Ferrari.

8.62 MB Dimensione del file
8881330431 ISBN
Le raccolte di Minerva. Le collezioni artistiche e librarie del conte Carlo Firmian.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.riao2010.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

siano, e infine la raccolta di ar-gomento scientifico di Albrecht von Haller, medico ginevrino. A questi fondi costitutivi si ag-giunsero prima della fine del XVIII secolo le collezioni del conte Carlo di Firmian e quella di Angelo Maria Durini, L’arte della legatura Storia di libri e biblioteche in una mostra a Brera Legatura romana

avatar
Mattio Mazio

La raccolta di Carlo Astalli conteneva iscrizioni sceltissime, come quella dell' Armarium distegum VI, 1600, il più antico brano degli atti Arvalici 2023, ed i un. (1641, 1925, 2576, etc. Quanto alla identità fra gli Astalli e gli Staglia non c'è da fidarsi all'Ameyden: perchè le due famiglie sono ricordate contemporaneamente. Uomo politico, collezionista, grande viaggiatore, Carlo Giuseppe di Firmian lasciò alla sua morte una biblioteca composta da oltre 40.000 volumi. Si riporta qui la sezione dell’inventario di quell’imponente collezione libraria dedicata ai volumi di argomento storico-artistico.

avatar
Noels Schulzzi

Le raccolte di Minerva a cura di Stefano Ferrari Il conte Carlo Firmian (Trento 1718 - Milano 1782), governatore della Lombardia austriaca dal 1758 al 1782, non fu soltanto la 'longa manus' della politica riformista di Vienna, ma anche uno dei più importanti collezionisti della sua epoca.

avatar
Jason Statham

Scheda descrittiva. Catalogo: int Codice Libro:12094 1700 letteratura La gramatica fraso logico italiano latina metodo tanto breve, quato facile di poter in una coll'alvaro imparar il senso proprio, e figurato de verbi, con le varie sintassi, e la miglior eleganza e frase dell'aurora latinità raccolta nel dizionario ciceronaino e nel tesoro delal lingua latina; essendovi ancor unito il meglio G.A. Mezzanzanica, nella sua biografia su Maggiolini, oltre a segnalare alcuni tra i committenti più prestigiosi, come il conte Francesco Melzi d’Eril, vice-presidente della Repubblica e duca di Lodi, indica come fonte d’ispirazione alla quale fece riferimento il mobiliere lombardo una raccolta di incisioni eseguite da Carlo Lasinio nel 1789, raffiguranti varie decorazioni, fra le quali

avatar
Jessica Kolhmann

e disegnava le teste antiche della collezione di calchi di gesso dell'incisore. 18) De ... 32) M.I. Palazzolo, I libri di un artista nella Roma neoclassica, «Le raccolte librarie pri- ... in un ritratto di Teresa, firmato dal pittore Carlo Labruzzi e datato 1807, ... le Pichler domanda una grazia in una lettera diretta al conte di Firmian, il .