Prendersi cura. Malati, infermieri e volontari nel Giubileo della Misericordia.pdf

Prendersi cura. Malati, infermieri e volontari nel Giubileo della Misericordia PDF

R. Cipriani, A. Stievano (a cura di)

Il tema del prendersi cura ha costituito il filo rosso dellinchiesta qualitativa concernente il Giubileo degli Ammalati e delle Persone Disabili, svoltosi nel triduo 10-12 giugno 2016. Prendersi cura è ben più che curare, è farsi carico - completamente - di una situazione che ha bisogno di essere seguita con empatia, relazionalità, attraverso dinamiche interazionali con il mondo vitale allargato della persona che necessita di assistenza. Lindagine sul Giubileo della Misericordia degli Ammalati e delle Persone Disabili ha rappresentato un fenomeno culturale specifico, connesso però a tutta la fenomenologia sociale e religiosa, e ha cercato di comprendere i fattori profondi insiti nelle relazioni e negli atti di misericordia. Non si è trattato di una ricerca come le altre, anche per lemotività sviluppata negli incontri tra ricercatori, malati e disabili con le loro storie di vita. Vi è stata una full immersion in situazioni reali, tra soggetti che hanno vissuto con giubilo e normalità tre giorni, nel centro di Roma, insieme ad altre persone con le medesime problematiche. Il volume è diviso in tre parti. La prima ha un carattere preliminare e illustra la metodologia dellindagine e i dati socio-demografici. La seconda parte si sofferma in modo dettagliato sulle dimensioni percettive ed esperienziali dei partecipanti al Giubileo della Misericordia. La terza, infine, ha come cardine i valori emersi nel corso del Giubileo della Misericordia dalle dichiarazioni degli intervistati.

Prendersi cura. Malati, infermieri e volontari nel Giubileo della Misericordia. libro Cipriani R. (cur.) Stievano A. (cur.) edizioni Franco Angeli collana Laboratorio ... /Ricercatrice e docente di ruolo in Sociologia generale alla Libera Università di Bolzano dal 2007. Laureata alla ... In: Cipriani R., Stievano A., (a cura di), “ Prendersi cura. Malati, infermieri e volontari nel Giubileo della Misericordia”, pp. 46-62 ...

2.26 MB Dimensione del file
8891779202 ISBN
Prendersi cura. Malati, infermieri e volontari nel Giubileo della Misericordia.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.riao2010.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Tempo di lettura: 199 secondiChi scrive è don Domenico Lucchiari, nato a Casadio di Argelato (Bo) il 17 settembre 1960. Sia il nome del paese che la mia data di nascita, giorno delle stigmate di san Francesco, hanno segnato la mia esistenza. Ho avuto la grazia di crescere in una famiglia autentica “casa di Dio”, […]

avatar
Mattio Mazio

Malati, infermieri e volontari nel Giubileo della Misericordia, FrancoAngeli, Milano. Comte, A. 1851, Système de Politique Positive ou Traité de Sociologie instituant la Religion de l’Humanité, Mathias, Carilian-Goeury, Dalmont, Paris.

avatar
Noels Schulzzi

Malati, infermieri e volontari nel Giubileo della Misericordia. Prendersi cura. In breve. Prendersi cura è ben più che curare, è farsi carico – completamente – di ...

avatar
Jason Statham

E-book di AA. VV., Prendersi cura - Malati, infermieri e volontari nel Giubileo della Misericordia, dell'editore Franco Angeli. Percorso di lettura dell'e-book: eBook - libri.

avatar
Jessica Kolhmann

Sostieni chi si spende per i bisognosi: i volontari, gli infermieri, i medici, che sono in prima linea nel curare i malati, anche a costo della propria incolumità. Benedici, San Giuseppe, la Chiesa: a partire dai suoi ministri, rendila segno e strumento della tua luce e della tua bontà.