Storia del pensiero cristiano tardo-antico.pdf

Storia del pensiero cristiano tardo-antico PDF

Claudio Moreschini

Il volume esamina la formazione del pensiero cristiano nel mondo antico, nei secoli successivi alla formazione dei testi sacri e alla predicazione apostolica, allorquando la società cristiana, staccatasi oramai definitivamente dalle sue origini ebraiche, è proiettata con sempre maggiore interesse alla diffusione e alla conquista del mondo pagano circostante. Per una tale conquista i contatti - anche se frequentemente polemici - con la cultura greca e latina sono essenziali. Come si attua la formazione di una letteratura, di un diritto e di una legislazione romano-cristiana, così sorge anche un pensiero cristiano nel contatto con la filosofia greca. Il presente volume intende esaminare il formarsi di tale pensiero - non di una speculazione patristica - e il suo sempre più vigoroso consolidarsi, fino a giungere senza soluzioni di continuità al pensiero medievale latino e bizantino. Si è ritenuto necessario aggiungere una ricca copia di testi, che costituiscono unantologia mai tentata fino ad ora, affinché il lettore possa avere un diretto contatto con i filosofi cristiani dei primi secoli. Presentazione di Giovanni Reale.

Ordinario di Letteratura Latina all'Università di Pisa, Claudio Moreschini è tra i più significativi studiosi della storia del pensiero tardo-antico pagano e cristiano. Il libro si rivolge principalmente a studenti e docenti di Letteratura cristiana antica.

1.67 MB Dimensione del file
8845272362 ISBN
Gratis PREZZO
Storia del pensiero cristiano tardo-antico.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.riao2010.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

27 giu 2006 ... La Chiesa cristiana non solo arrivò ad a orientare le fedeltà di ... luce un vero e proprio giacimento interno alla fine del mondo antico. ... nonché alla continua riorganizzazione del suo pensiero che rifletteva ... E ancora, nel 1990, François Dolbeau intuì che in un manoscritto del tardo XV secolo catalogato di ...

avatar
Mattio Mazio

Breve riflessione su aspetti sostanziali del IV secolo e del passaggio al Tardoantico ... vivere un momento della storia che segna un cambiamento e un passaggio. ... itinerari di pensiero, alimentati dalla retorica, e i cristiani possono finalmente ...

avatar
Noels Schulzzi

Dopo aver letto il libro Storia del pensiero tardo­antico cristiano di Claudio Moreschini ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi Le scuole filosofiche della Grecia classica avevano sempre attribuito un'importanza fondamentale al fondatore dell'indirizzo della scuola o all'iniziatore di una nuova visione del mondo, ma questo andò progressivamente accentuandosi in epoca ellenistica, e raggiunse il suo apice nell'epoca tardoantica. È in quest'ultima frase che personaggi come Pitagora assunsero l'immagine di veri e propri

avatar
Jason Statham

NEL MONDO ANTICO E TARDOANTICO ... l'impero ormai cristiano e cattolico, le tendenze considerate eretiche e i sospiri estremi del paganesimo, ... Plaidoyer per Penteo, ovvero sull'utilità e sul danno della religione per la polis greca ... Oggi, nel quarto anniversario dalla sua scomparsa, un pensiero affettuoso va all' ing.

avatar
Jessica Kolhmann

Il tardo antico sarebbe un’epoca di lente “trasformazioni”, sostanzialmente delimitata da due periodi di transizione: un primo, compreso tra gli anni 220 e 280, caratterizzato dall’assorbimento nel mondo romano del Cristianesimo e delle popolazioni germaniche, dalla divinizzazione dell’imperatore, dalla militarizzazione dell’impero e dall’irrigidimento delle gerarchie sociali; perché tale concetto indirizza il pensiero verso la fase finale d’una epoca, in specie l’antichità greco-romana. Difatti, il costrutto “tardo-antico”, coniato in tedesco, ha iniziato a circolare dapprima nell’ambito della storia dell’arte, e soltanto in seguito è entrato nel